Quando ci occupiamo dell’installazione degli impianti elettrici civili dobbiamo tenere conto delle normative da rispettare. Quali sono?

I tre livelli di classificazione di impianti elettrici

Prima di parlare delle normative da rispettare, facciamo una distinzione per classificazione degli impianti elettrici civili a seconda del tipo di finalità e prestazione. Il livello 1 è il base, che stabilisce gli standard minimi quantitativi e qualitativi. Il livello 2 è lo standard: un impianto che permette un sistema di controllo tale da poter scollegare soltanto alcune zone senza dover staccare tutto l’impianto. Il livello 3 riguarda la domotica, cioè i sistemi avanzati tecnologicamente che permettono il controllo remoto dei dispositivi.

La normativa sugli impianti elettrici civili

In primo luogo, la normativa disciplina che l’impianto deve avere una potenza minima di almeno 3 kW, per tutte le case fino a 75 mq. Le abitazioni che sono superiori a 75 mq devono essere progettate con  un impianto con potenza minima di almeno 6 kW. 

In secondo luogo, la normativa stabilisce il montante con una sezione minima di 6 mmq. Questo è il tratto di conduttura che collega il contatore con il quadro dell’abitazione. Rispettare tale normativa permette di avere la corretta tensione all’impianto. Per ciò che concerne, invece, l’interruttore generale, si deve fare una distinzione, poiché le scelte variano a seconda delle dimensioni. Per impianti elettrici da 3 kW si userà un interruttore da 25A, per impianti da 6 kW, uno da 32A. 

Le nuove normative prevedono la presenza di due interruttori differenziali, per poter dividere l’abitazione in due circuiti differenti. Si andrà così ad evitare il black out completo dell’abitazione in caso di sovraccarico. La normativa impone anche l’installazione di un quadro con spazio libero aggiuntivo del 15% dei moduli installati.

Disposizioni aggiuntive alla normativa sull’installazione di impianti elettrici

Gli interruttori devono essere installati in prossimità delle porte, siano essi all’interno o all’esterno. In corrispondenza di una presa tv nell’appartamento, vi dovranno essere 6 prese di energia. Infine, le cassette portafrutti dovranno avere uno spazio libero interno del 30%, per evitare sovraccarichi. Contattate Elettro Bi per conoscere nel dettaglio i nostri servizi di installazione impianti elettrici civili e non solo!